Recensione Cronache Maceratesi e le ultime notizie

Cronache maceratesi è un sito di informazione per tutti gli italiani, abitanti di Macerata e dintorni. Lo scopo di questo giornale digitale è quello di fornire i lettori con le novità sui diversi settori di interesse, come cronaca, sport, economia, finanza e molto altro, in modo da costruire dei cittadini informati, attenti e presenti attivamente sulla scena cittadina e regionale. Cronache maceratesi è letto principalmente da giovani ragazzi e da persone tra i quaranta e i cinquanta anni, che sono stufi di ricorrere ai soliti giornali e preferiscono utilizzare una risorsa online: cronache maceratesi è ciò che fa al caso loro. È bene ricordare che cronache maceratesi non si dedica solo alla cronaca locale, ma spazia anche su argomenti esterni a Macerata, andando a toccare dibattiti politici nazionali e internazionali. Vediamo qualcuno degli ultimi articoli proposti da cronache maceratesi.

Cronache maceratesi it img

 

Maltrattamenti a moglie e figlio, sotto accusa ex assessore

Si tratta di continue vessazioni alla moglie e al figlio, ciò di cui è stato accusato un ex assessore della giunta del comune di Macerata. Accuse forti, che nei prossimi giorni potrebbero subire la svolta decisiva e condannare l’uomo ad una multa molto salata o, come sembra dalle ultime istanze, addirittura alla reclusione forzata. Cronache maceratesi ha seguito tutta la vicenda e sta documentando il processo praticamente quotidianamente.

Leggi l’articolo completo qui

 

Macerata perde abitanti, Civitanova recupera (è a -76)

La decrescita maceratese è dovuta sia ad un generale decremento demografico che sta colpendo l’Italia da diversi anni, sia dal trasferimento di alcune famiglie di immigrati dalla città verso altre destinazioni. Cronache maceratesi si sta occupando personalmente della questione, cercando di fornire dei dati dettagliati su quello che è un movimento demografico da non sottovalutare. Siamo intorno alle poche centinaia di persone in meno, ma sono pur sempre numeri significativi, specialmente se si considera il numero degli abitanti di Macerata.

Leggi l’articolo completo qui

 

Duplice omicidio di Cingoli, ergastolo per il bodyguard

persona di scattare una foto per il sito web di notizie Cronache MaceratesiErgastolo, questa è la condanna emessa dal tribunale di Macerata, per quanto riguarda il duplice omicidio commesso dal bodyguard, che nel 2011 avrebbe ucciso nelle campagne di Cingoli due cittadini stranieri, dopo essere stato minacciato, o almeno così ha dichiarato sia in aula che a cronache maceratesi, di rapina. Una notizia che fa stranire, ma che non coglie di sorpresa il bodyguard, il quale afferma che se lo aspettava. La giustizia ha fatto il suo corso e nei 6 anni precedenti, cronache maceratesi si è dedicata fortemente alla descrizione minuziosa della vicenda, portando come sempre contenuti di qualità.

Leggi l’articolo completo qui: http://www.cronachemaceratesi.it/2017/03/15/duplice-omicidio-di-cingoli-ergastolo-per-il-bodyguard/936658/

 

Ai domiciliari, perseguitava l’ex: 39enne condannata per stalking

Un caso di stalking al femminile: strano non se ne sentono molti. Una donna di 39 anni è stata accusata per stalking e la sentenza del giudice l’ha condannata ai domiciliari. A quanto pare, la donna non lasciava in pace l’ex compagno, con il quale ormai aveva rotto da tempo. Dopo numerose chiamate, appostamenti sotto casa e un comportamento generalmente squilibrato, l’uomo non ha resistito ed è partito con la denuncia, che si è poi tramutata nella sentenza di cui sopra. Un duro colpo per la donna, che ha dichiarato di aver agito per amore.

Leggi l’articolo completo qui: http://www.cronachemaceratesi.it/2017/03/15/duplice-omicidio-di-cingoli-ergastolo-per-il-bodyguard/936658/

 

Ecco un video dal loro canale YouTube:

 

Conclusione

Cronache maceratesi è davvero il canale di informazione per eccellenza, per tutti coloro che non si accontentano di informazioni di veloce consumo, ma che vogliono entrare nel merito delle vicende e capire realmente cosa sta accadendo nella loro città.